HomeBlogGoogle – Sergey Brin: A rischio la libertà e l’innovazione di internet

Google – Sergey Brin: A rischio la libertà e l’innovazione di internet

Scritto il -   - Massimo Della Rovere

A pochi giorni dall’intervento di Larry Page si fa sentire anche Sergey Brin, il co-fondatore di Google, questa volta però pare che Sergey va giù duro pesante, infatti afferma che in questo momento internet sta rischiando la sua libertà e la voglia di innovazione come non mai prima. I fattori in campo sono di diversi tipi, uno politico, dove in molti paesi quasi dittatoriali la censura sta facendo delle cose incredibili e anche dove pensiamo che ci sia della democrazia assoluta si continuano a presentare proposte di legge che lasciano senza parole gli addetti ai lavori.

Un’altro aspetto riguarda le leggi sulla tutela dei diritti d’autore che per difendere un’esigenza strettamente economica di poche aziende anche se grandi si mette in rischio la libertà globale d’informazione, come ultimo aspetto Sergey se la prende con le aziende tipo Facebook e Apple che adottano una politica troppo chiusa per la distribuzione di software e quindi delle informazioni collegate, rendendo la condivisione molto difficile e frenando l’innovazione globale.

In poche parole quest’ultime memorizzerebbero le informazioni degli utenti solo per i propri interessi senza condividere niente  con la comunità internet.

Vi riporto qui di seguito le parole ufficiali di Sergey Brin rilasciate in un’intervista:

Sergey Brin

“I principi di trasparenza e di accesso universale, che trent’anni fa erano la base della creazione di internet, sono oggi sotto la più grande minaccia mai subita”. “Sono più preoccupato di quanto non lo sia mai stato in passato. E’ spaventoso”. Il tipo di ambiente che abbiamo sviluppato in Google e il motivo per cui siamo stati in grado di sviluppare un motore di ricerca risiede nel fatto che il web era aperto. Adottando troppe regole si soffoca l’innovazione”.

Per quanto riguarda le censure, Sergey ammette che non avrebbe mai pensato che la Cina fosse riuscita a censurare un mondo come quello di internet, ma a quanto pare a distanza di anni si deve ricredere, quindi tutte le minacce future a questo punto diventano credibili.

Google Glass

Sono sicuro che molti di voi leggendo questo articolo, arriveranno a deduzioni diverse che potrebbero essere del tipo: google sta cercando di difendersi da facebook che sta conquistando il web o al contrario che facebook e gli altri lo stanno incasinando, a me sinceramente la battaglia tra google, facebook e apple interessa fino ad un certo punto, quello che invece apprezzo e che ancora mi fa assegnare un punto a favore di Google è che comunque nel bene o nel male sta prendendo una posizione in difesa di qualcosa che appartiene anche a noi, rispetto agli altri che l’unica cosa che sanno fare e divinizzare i loro prodotti ma non dare niente di più.

Questa mia convinzione è rafforzata dal fatto che Google prende una posizione di scontro non solo contro i suoi concorrenti (che potrebbe essere del tutto normale), ma anche contro Paesi di una certo livello di importanza e per ultimo anche gli USA dove Google è nata e vive. Su questo aspetto gli altri sono molto più cauti, come se il problema gli interessa ma fino ad un certo punto.

Autore:
Massimo Della Rovere
Articoli:
140
Website:
http://startbyzero.com/
Nato a Roma nel 1968, appassionato di informatica, programmatore e sistemista su IBM iSeries, esperto in procedure web con PHP e MySQL, grande utilizzatore dei prodotti Google, Linux, Wordpress ed Amazon AWS. Attualmente vive in Perù nella città di Lima, da dove porta avanti il suo progetto favorito riguardante il blog multitematico di startbyzero.com. Per contattarlo basta seguirlo sul profilo pubblico presente nel social network di google+.

Scrivi un tuo commento o qualche consiglio